Attualità

Scuola, mons. Morosini ai ragazzi: "Vi sostenga la speranza"

Un messaggio di incoraggiamento e speranza in occasione del ritorno sui banchi di scuola

di Redazione - 24 settembre 2020 15:05

L'arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova, Giuseppe Fiorini Morisini, invia a studenti e operatori della scuola un messaggio di incoraggiamento e speranza in occasione del ritorno sui banchi di scuola.

«Si ritorna a scuola tra tanti problemi e incertezze - esordisce l'arcivescovo - e anche con tanta paura per questa epidemia che non dà segnali di essere sazia del male che ha già arrecato in tutto il mondo. Il mio augurio è che possiate essere sostenuti tutti dalla fiducia e dalla speranza. Non è tempo di abbattersi, ma di lottare contro questo mostro invisibile, e, allo stesso tempo, anche di affrontare tutte le inefficienze delle nostre strutture, che, purtroppo son ben visibili e misurabili. Ciascuno al suo posto e per quello che è chiamato a fare e può concretamente fare. Gran parte di noi sarà sul fronte di questa lotta attraverso la prudenza e la prevenzione, che vuol dire, in poche parole, essere docili alle indicazioni che ci vengono offerte per prevenire il coronavirus. Per le altre inefficienze - continua - non ci resta che sperare ed aspettare che alle promesse di rinnovamento seguano i fatti. Il Covid-19 ha imposto ai nostri governanti di fare passi indietro su molte decisioni prese negli ultimi decenni in riferimento all’organizzazione scolastica. Mi auguro - prosegue - che tali decisioni segnino una svolta nel segno della irreversibilità, che darà certamente respiro alla scuola: la riapertura di edifici scolastici abbandonati, la riduzione del numero degli alunni per classe, il restauro degli edifici, l’aumento del numero degli insegnanti ecc.".

Mons. Morosini ausopica che "queste decisioni non siano espedienti momentanei, ma segnino un vero ritorno della politica a considerare la formazione scolastica ed universitaria al centro delle proprie attenzioni e programmazioni. Mi riferisco in modo particolare alla speranza di riportare la scuola dell’obbligo, naturalmente assieme ad altre strutture, nei nostri piccoli centri per farli tornare a vivere. In questo inizio di anno scolastico - continua l'arcivescovo - invito soprattutto voi, cari giovani e ragazzi, al coraggio della speranza, perché voi stessi siete segno di speranza, con la voglia che avete di andare ancora avanti; continuate a dare voce al vostro cuore, che ė capace di progettare! Il cuore umano è sempre misterioso e, come una sentinella, scruta l’orizzonte finché non arrivi il compimento delle sue attese. Non spegnete allora la speranza! Sotto la guida dei vostri docenti e sostenuti dai vostri genitori, coltivate con amore il sapere, perché il rinnovamento della società viene anche dal sapere: più si eleva il tono culturale della nostra società, più potremo sperare nella soluzione di tanti problemi, non ultimo quello della delinquenza organizzata". 

Categoria : Attualità Tag : morosini scuola