Politica

Coronavirus, Falcomatà: “Dovere Governo é dettare linea chiara”

"Decisioni devono essere condivise soprattutto con i sindaci"

di Redazione - 19 ottobre 2020 14:56

"Il rischio era che il nuovo Dpcm si trasformasse in una sorta di scaricabarile nei confronti dei Sindaci. Non si può delegare esclusivamente ai Comuni la responsabilità del controllo sulle piazze e sui luoghi all'aperto interessati dal nuovo provvedimento. L'atteggiamento del Governo rischia di generare confusione, con decisioni incoerenti e che potrebbero essere differenti da città a città. In un momento di grande incertezza il Governo ha il dovere di dettare una linea chiara, netta e decisa. Ma soprattutto che le decisioni vengano assunte in maniera condivisa e sinergica con chi poi si trova ad applicarle sui territori". Lo afferma, in una dichiarazione, il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. 

"In questo senso - aggiunge - apprezziamo che dal testo del Dpcm sia stata tolta l'indicazione sui Sindaci, che non era stata in alcun modo concordata. Certo questo non basta: noi chiediamo che tutto ciò che avverrà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, sia discusso in maniera ampia e condivisa, soprattutto con i sindaci che sono le prime sentinelle sul territorio e non possono conoscere a pacchetto chiuso le decisioni assunte dal Governo".