Cronaca

Reggio, la storia di Adele Ferraro al Tg5 nella rubrica "Indignato speciale"

La nostra redazione se n'era occupata il 12 gennaio scorso quando la signora Adele, insieme a suo figlio, ha subito uno sfratto per morosità incolpevole. Durante lo sfratto la signora ha tentato per la seconda volta il suicidio

di L.L. - 26 ottobre 2020 15:07

La storia di Adele Ferraro approda al Tg5 nella rubrica "Indignato speciale". La nostra redazione se n'era occupata il 12 gennaio scorso (leggi l'articolo https://www.reggionews24.it/articolo/reggio-sfrattata-la-famiglia-ferraro-due-persone-invalide-finiscono-per-stradaquando la signora Adele Ferraro, insieme a suo figlio, ha subito uno sfratto per morosità incolpevole. Durante lo sfratto la signora ha tentato per la seconda volta il suicidio, (https://www.reggionews24.it/articolo/senza-lavoro-e-sfrattata-tenta-il-suicidio-salvata-dalla-polizia--foto-mentre il figlio, in seguito ad una crisi glicemica è stato ricoverato presso il Grande Ospedale Metropolitano. Buttata fuori di casa, la signora Ferraro ha rifiutato l’inserimento in comunità offerto dai Servizi sociali e quindi rimasta, per molte ore, seduta sul marciapiede accanto all'abitazione in cui ha abitato per anni, rivendicando il diritto, ad un alloggio adeguato, negato in questi mesi. 

Da allora Adele Ferraro vive per strada.

"Non trovo supporto a quello che è il mio diritto ad un alloggio, essendo stata sfrattata. Al sesto sfratto sono stata cacciata fuori di casa anche indegnamente, un poliziotto mi ha trascinato per la strada. Chi ha potere pensa di poter fare ciò che vuole con le persone che diventano purtroppo povere. Io ora vivo per strada". È la testimonianza della signora Adele in lacrime ai microfoni di Andrea Pamparana.

L'intervento poi del presidente dell'Associazione Un Mondo di Mondi. "Questo caso va oltre la situazione specifica della famiglia Ferraro - ha dichiarato Giacomo Marinoo - perché misura in modo netto la completa inconsistenza del settore degli alloggi popolari, in particolare sulla questione delle emergenze abitative. Non vengono effettuate le assegnazioni e le famiglie rimangono sulla strada, in una città con un'enorme quota di case, popolari e private, inabitate".

Il vicedirettore del Tg5 si appella all'amministrazione comunale "di ridare dignità ad una persona che purtroppo si trova in gravi condizioni economiche" e chiede "come mai così poche assegnazioni di alloggi che in realtà ci sono".

Leggi ⬇️ https://www.reggionews24.it/articolo/senza-lavoro-e-sfrattata-tenta-il-suicidio-salvata-dalla-polizia--foto-