Cronaca

Coronavirus, donati 50 tamponi al comune di Motta San Giovanni

I tamponi saranno consegnati ai medici di medicina generale. È stata sanificata oggi, in via precauzionale, la struttura che ospita il Poliambulatorio

di Redazione - 26 novembre 2020 17:45

Sono stati donati al Comune cinquanta tamponi rinofaringei per eseguire test rapidi che consentano di individuare soggetti positivi al Covid-19. I tamponi saranno consegnati ai medici di medicina generale al fine di soddisfare le esigenze di chi, pur volendosi sottoporre al test, evita di farlo per motivi logistici, organizzativi, economici.

È stata sanificata oggi, in via precauzionale, la struttura che ospita il Poliambulatorio in via Messana a Motta San Giovanni. Informato mercoledì dall’Azienda sanitaria di un possibile caso di contagio tra quanti operano settimanalmente nella struttura, il sindaco Giovanni Verduci ha disposto l’immediato intervento di una ditta specializzata per garantire la salubrità di un locale importantissimo per la comunità mottese.

In attesa di ricevere indicazioni dalla Regione, dalla Protezione Civile e dall’Azienda sanitaria, l’Amministrazione comunale ha coinvolto i medici del territorio per rendere operativo il Centro tamponi comunale in via Trussardi a Lazzaro.

In riferimento ai dati, è stato comunicato un nuovo caso positivo mentre è guarito un soggetto residente a Motta.

Dall’inizio di questa seconda fase si registrano complessivamente 26 casi (1 soggetto deceduto, 1 soggetto positivo ospedalizzato, 20 soggetti positivi in quarantena domiciliare, 4 guariti).

L’Ufficio Politiche sociali del Comune è quotidianamente in contatto con i soggetti risultati positivi e in quarantena domiciliare, prestando assistenza e supporto.

I soggetti in situazione di difficoltà possono contattare l’Ufficio politiche sociali del Comune al numero telefonico 0965718104 (sindaco@comunemottasg.it) o la Protezione Civile “Garibaldina” ai numeri 0965718130 – 3392944028”.

Si invita la cittadinanza ad osservare le disposizioni dettate per prevenire e contrastare la diffusione del Coronavirus, a prestare la massima attenzione, a rispettare il distanziamento, a indossare sempre la mascherina e ad uscire di casa solo per esigenze reali.