Politica

Tirocinanti in servizio negli Enti, Tassone: “Ora la Regione agisca senza ritardi”

“La Regione Calabria si decida a dare una risposta a lavoratori che, prima di tutto, sono dei padri e madri di famiglia”

di Redazione - 21 luglio 2021 16:20

“Grazie alla ferma determinazione ed all’impegno del ministro del Lavoro Andrea Orlando che ha preso a cuore la questione dei tirocinanti calabresi, si può dare, sempre che la Regione Calabria si decida a darne attuazione, una importante risposta a lavoratori che, prima di tutto, sono dei padri e madri di famiglia”.

Il consigliere regionale Luigi Tassone saluta con soddisfazione l’emendamento firmato dai deputati Enza Bruno Bossio, Francesco Cannizzaro, Maria Tripodi, Sergio Torromino, Roberto Occhiuto e Carmelo Massimo Misiti ma, allo stesso tempo, invita il livello regionale a “procedere concretamente per permettere l’impiego negli Enti di questi lavoratori”.

“L’emendamento – sostiene Tassone – prevede l’assegnazione alla Regione Calabria di un contributo di 25 milioni di euro per l’anno 2021, finalizzato all’integrazione dell’indennità, al fine di favorire percorsi di politiche attive per la realizzazione di tirocini di inclusione sociale rivolti a disoccupati già percettori di trattamenti di mobilità in deroga prorogati dalla stessa Regione. Quest’ultima, però, deve agire tempestivamente per consentire, come negli anni passati, l’utilizzo dei tirocinanti negli Enti. Invito, pertanto, il presidente facente funzioni Nino Spirlì ad attivarsi senza ritardi per far sì che i lavoratori possano svolgere le loro attività”.