Cronaca

Rubati a Punta Pellaro paletti della staccionata

È quanto denuncia la Pro loco Reggio Sud

di Redazione - 27 dicembre 2019 09:24

La Pro Loco Reggio Sud comunica quanto è accaduto nella notte fra il giorno di Natale ed il mattino di Santo Stefano: “Ci lascia veramente allibiti, senza parole e tanta delusione. Appena arrivati a Punta Pellaro, dopo aver constatato il furto di circa 50 mt dei paletti della staccionata, ci siamo adoperati per le denunce del caso, siamo rimasti sconcertati, perchè non si può pensare che esista gente così miserabile, soggetti vili, incivili allo stato puro, ladri di polli, questi alcuni degli aggettivi che identificano questa gentaglia. Solo 12 giorni fa, abbiamo ultimato il progetto: “Staccionata a Punta Pellaro -Decoro e riqualificazione dell’area”, che ci ha visti impegnati tutta l’estate, con grande amore, spirito di sacrificio ed abnegazione per riqualificare un area e realizzare un opera che fa parte integrante del bene comune. I soci volontari della ns Pro Loco Reggio Sud hanno materialmente istallato tutta la staccionata, completandola con la messa a dimora degli alberi “Oleandri” piantati il 13 Dicembre, con la partecipazione degli alunni della Scuola Media Don Bosco di Pellaro. I ragazzi entusiasti hanno trascorso una mattinata all’insegna della sensibilizzazione ambientale, hanno piantato materialmente gli alberelli di Oleandri, abbiamo affidato loro la cura e la crescita, facendo comprendere che bisogna metterci impegno e amore per prendersi cura del bene comune. Hanno appreso le informazioni sulla Biodiversità e sulla Geo diversità, attraverso la lettura dei leggii informativi donati dal Parco Nazionale dell’Aspromonte, nostro partner, con il quale è stato messo a dimora il primo “albero della vita” dedicato alla Memoria del Direttore del Parco, scomparso prematuramente a Novembre, dott. Sergio Tralongo” che ci ha seguito, collaborando lungo il percorso della realizzazione dell’opera. Ringraziamo il Parco dunque per aver contribuito all’acquisto del 50% del materiale di tutta l’opera e per la passerella per disabili ed i leggii. Ringraziamo inoltre, per l’acquisto dell’altro 50% del materiale, tutti coloro che hanno contribuito economicamente, dandoci modo di realizzare l’opera, imprenditori, commercianti, singoli cittadini, proprietari dei circoli sportivi, associazioni, tutti uniti in una forma di sinergia che vedono il bene comune e gli elementi importanti per il territorio al centro di una visione unitaria di sviluppo e crescita”.

Categoria : Cronaca