Cronaca

#AmaReggio, anche il porto di Reggio Calabria ha fatto da discarica per l’Aquarius?

di Redazione - 23 novembre 2018 11:35

Era soltanto lo scorso mese di giugno quando i due “campioni” locali dell’accoglienza - il reggino Giuseppe Falcomatà e il riacese Mimmo Lucano - invocarono l’ennesimo sbarco nel nostro porto della nave Aquarius, la stessa imbarcazione dei veleni appena messa sotto sequestro per gravissimi illeciti riguardanti i rifiuti infetti scaricati nei vari scali toccati. <<Pronti ad accoglierli in cambio di nulla>>, dichiarò in particolare Lucano mentre infuriava lo scontro fra Salvini e l’Ong che gestisce la nave. Beh, in cambio di nulla non proprio visto che la nave pare avrebbe scaricato anche una bella quantità di rifiuti infettivi. Per buona sorte dei reggini, almeno quella volta, l’Aquarius il suo carico di morte lo portò da altre parti, ma la stessa nave Ong ha fatto tappa a Reggio parecchie altre volte in precedenza…

Anche il nostro porto è stato usato come una discarica abusiva? C'è da preoccuparsi? Fra un selfie e l’altro, chi ha controllato? Sarebbe bene che queste domande venissero affrontate all’interno del Consiglio comunale e portate anche in sede parlamentare per un opportuno approfondimento. La città vuole trasparenza e merita di sapere! 

Categoria : Cronaca