Spettacolo

Apre i battenti la nuova stagione estiva di eventi artistici promossa dal Parco Ecolandia

di Dario Romano - 25 giugno 2019 18:15

"Quando delle persone ci credono, e ci credono veramente, i risultati si vedono" questo è l'incipit iniziale dell'Assessore Nicola Paris quest'oggi alla conferenza stampa di presentazione delle attività proposte per la stagione estiva dal Parco Ecolandia, presso la sala conferenze della Pinacoteca Civica di Reggio Calabria. Lo scopo primario del terzo progetto estivo messo in atto dal Parco Ecolandia è quello di mettere insieme artisti locali e artisti internazionali, quindi non creare degli eventi territoriali bensì multiculturali e, soprattutto, poliedrici dal punto di vista artistico. "Consolidare una rete...dal locale al nazionale", queste sono le parole del Presidente Tonino Perna, ed effettivamente questa rete sta pian piano prendendo forma in questi anni, grazie proprio alle  importanti collaborazioni formatesi insieme a Peperoncino Jazz, Eco jazz, Face festival che anche quest'anno daranno un grosso contributo al Parco, per non dimenticare  il ritorno dell'Outdoor Film Festival per il quale verrà adibita una sala dove verranno proiettati i cortometraggi vincitori del Pentedattilo Film Festival.

Parlavamo prima di come la stagione preveda un'enorme poliedricità sul campo artistico, e proprio sulla rassegna degli eventi promossi dalle associazioni collaboratrici prende la parola Marcello Spagnolo, responsabile delle comunicazioni del Parco. Gli spettacoli che avranno luogo all'interno di Ecolandia spaziano da concerti jazz/soul con la partecipazione di artisti come Martha High, Soul Cookers, Uri Caine, a concerti commemorativi, come ad esempio quello del 28 giugno per i vent'anni dalla scomparsa di Fabrizio De André, oppure per l'artista calabrese Rino Gaetano(15 luglio); cantate sceniche con Carmina Burana, mostre d'arte contemporanea africana e molti altri artisti come Peppe Cottarelli (artista calabrese), Di Martino (cantautore palermitano). Commistione artistica particolare quella proposta dal Parco Ecolandia quest'anno, interessante e ben studiata, ottimale anche per le possibilità che apre al turismo reggino e per l'affluenza che può fruttare al Parco in sé e per sé, dato che di attrazioni per famiglie, bambini e comitive ne è ben provvisto, e come non considerare l'incredibile opportunità fornita ad artisti locali emergenti di potersi esprimere liberamente, farsi conoscere e comprendere conquistando pubblico nuovo. 

Galleria fotografica