Attualità

Attivista 5stelle: Palazzo Campanella resta a Reggio Calabria, rassegnatevi amici di Catanzaro

di Redazione - 15 maggio 2019 14:55

Cari, in merito all’articolo di cui riporto il titolo <<“Tagli alla politica”, cara Regione non ci costerai di meno>> del 12 maggio 2019, faccio le seguenti considerazioni:

premesso che, la Sede del Consiglio regionale è inserita nello statuto della Regione Calabria, dopo i fatti del 1970 pattuito nello scippo di Catanzaro quale sede di capoluogo di regione, si converrà con me che Reggio C. città sul mare sotto ogni profilo supera CZ nel numero di abitanti, tesori artistici, infrastrutture e quant’altro .

Ciò detto in merito al “e si volesse risparmiare concretamente e da subito basterebbe per la verità concentrare nell’area di Germaneto, all’interno della Cittadella, tanto la Giunta quanto il Consiglio. Un atto che farebbe dire addio a una lunghissima serie, o quantomeno la limiterebbe di parecchio, di rimborsi chilometrici a cui hanno attualmente diritto coloro che fanno parte dell’assemblea di via Cardinale Portanova”,

Non si valuta che, non ci sarebbe nessun risparmio in quanto sembra che “ai consiglieri venga erogato un forfettario mensile indipendentemente dai chilometri percorsi”, chiedere nel merito al competente ufficio Settore Risorse Umane di palazzo Campanella.

Altro fatto non preso in considerazione, e, che nel palazzo ci sono 353 dipendenti di ruolo e circa altri 500 tra società in house e strutture speciali, che dovrebbero spostarsi a CZ, con tutti i disastri familiari e le spese del caso. I consiglieri regionali non di RC sono 24, possono spostarsi tranquillamente a Reggio quando ci sono commissioni (solo una piccola parte) o nelle sedute del Consiglio regionale.

Capisco che CZ vorrebbe continuare a portarsi nel capoluogo altri uffici di RC, ma credo che ciò sia pura utopia, non ci sono riusciti nel passato né ci riusciranno nel futuro.

Cmq a mio parere “per quello che offre la Regione Calabria dovrebbe scomparire” e passare tutto ai ministeri di competenza. Un ente inutile che ritengo addirittura dannoso, vedi sanità, fondi non spesi UE e quelli spesi senza aver incrementato l’occupazione etc….

Il regionalismo calabrese dal 1970 ad oggi è fallito sotto tutti gli aspetti e bene ha fatto la Ministra Grillo ad esautorare la Regione dalla gestione della sanità. Spero che la Regione Calabria sia sterilizzata dai numerosi scandali che si leggono nei media, con DDT M5S.

Spero in un vero rinnovamento politico e auspico che ne il cdx o csx possono conquistare il ruolo di governatore.

Saluto e invito a valutare tutti gli aspetti dei problemi, prima di pubblicare ulteriori articoli che propongano lo spostamento del Consiglio regionale a CZ, ritengo inutile urtare con vecchi e anacronistici campanilismi la suscettibilità dei reggini e dei calabresi”.

È quanto scrive in una nota Carlo Ranieri - Attivista 5stelle di RC 

Categoria : Attualità