Cronaca 0 Commenti 1 Condivisione

Blitz contro la ndrangheta in UE e Sudamerica, il ruolo delle cosche di San Luca nel traffico internazionale di cocaina -NOMI-

05 dicembre 2018 18:00

Un blitz contro la 'ndrangheta e le sue ramificazioni all'estero da parte di Polizia e Guardia di Finanza con 90 misure cautelari che le forze di polizia hanno eseguito in Italia e - in collaborazione con le autorità di quei paesi - in Germania, Olanda, Belgio e in alcuni paesi del Sud America. 

L'indagine è stata coordinata dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo e riguarda diversi importanti esponenti di famiglie storiche della 'ndrangheta operanti nella Locride. Le accuse ipotizzate nei confronti dei soggetti destinatari del provvedimento vanno, a vario titolo, dall'associazione mafiosa al riciclaggio, dall'associazione dedita al traffico internazionale di droga alla fittizia intestazione di beni e altri reati aggravati dalle modalità mafiose.

 Il blitz di oggi è il frutto di un lungo lavoro investigativo svolto da una squadra investigativa comune costituita presso Eurojust tra la magistratura e le forze di polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania.

Fulcro della rete internazionale, secondo quanto emerso dalle indagini, le principali cosche della Locride, a cominciare dai Pelle-Vottari di San Luca per passare ai Ietto di Natile di Careri ed agli Ursini di Gioiosa Ionica. Erano loro, secondo l’accusa, a gestire l’imponente traffico di cocaina che dal Sudamerica giungeva in Italia e nel nord Europa, in particolare in Germania, Olanda e Belgio, grazie anche alla collaborazione di alcuni cittadini turchi che avrebbero avuto un ruolo ben preciso, quello di realizzare vani segreti in camion e auto per consentire il trasporto dello stupefacente.

Dalle investigazioni è stato evidenziato come «determinati uomini di 'ndrangheta, Pelle, Giorgi, Vottari ed altri, fossero proiettati - ha aggiunto - su diversi territori inizialmente dell'Olanda in maniera più pregnante e, successivamente, in Germania. La squadra investigativa comune ha consentito ai procuratori in Germania e Olanda di iniziare a sviluppare delle indagini su quei soggetti che si muovevano in quei Paesi. Sono state sviluppate indagini molto complesse, con intercettazioni, servizi di osservazione e di pedinamento. Ciò che veniva intercettato negli altri Paesi veniva conosciuto a Reggio Calabria e viceversa: era come se ci fosse un unico organismo di polizia giudiziaria e di giustizia».

1. ANNUNZIATA Katia

2. BARBARO Antonio alias "Pileri"

3. BARBARO Domenico alias "Pileri" n

4. BRAMANTI Carmelo,

5. BILGICI Serkan

6. BOZKURT Halil

7. CAMPAGNA Giuseppe

8. CAMPAGNA Maria Rosaria

9. CAMPORESI Luciano

10. CAPPELLO Salvatore Santo

11. COMMARA Fausto

12. CONDO Domenico alias "Dominic - l'Australiano",

13. CONDO Natale

14. COSTADURA Antonio alias "LI Tignusu"

16. ESPOSITO Roberto

17. GENTILE Andrea

18. GENTILE Giovanni alias "Ciccione",

19. GERASOLO Carmelo Vincenzo

20. GIORGI Giovanni alias "Gianni da Mamma"

21. GIORGI Giovanni

22. GRASSO Rosario

23. GRASSO Giovanni

24. GUPTAR Vitesh Jamnapersad,

25. IETTO Antonio

26. JERINÒ Domenico Antonio

27. JERINÒ Rocco

28. LINARES RAMIRES Cesar Steven

29. MACRÌ Carlo Luciano alias "Rumeno"

30. MACIÙ Girolamo alias "Japan"

31. MAMMOLITI Josè Manuel

32. MANGLAVITI Francesco alias "C/CI'",

33. MARANDO Francesco

34. MARANDO Giuseppe

35. MARTINO Marco

36. MUZZUPAPA Pasquale Biagio

37. PACINO Salvatore alias "Saverio" - "U Pacciu

38. PAPARO Antonio

39. PARLAPIANO Tommaso

40. PELLE Antonio alias "Vancheddu

41. PELLE Domenico alias "Mito i Muta"

42. PELLE Domenico, nato a Locri (RC

43. PELLE Francesco

44. PELLE Giuseppe

45. PELLE Giuseppe

46. PIPICELLA Giuseppe alias "Zipangultr"

47. PIZZATA Antonio alias "Piritinu"

48. ROMEO Domenico alias "Corleone '

49. ROMEO Filippo

50. ROMEO Francesco Luca alias "Biscottino"

51. ROMEO Giuseppe alias "LI Pacchi"

52. ROMEO Sebastiano

53. ROMEO Sebastiano

54. ROMEO Stefano

55. RUBINO Giulio Fabio

56. RUBINO Serafino

57. SALZANO Vincenzo

58. SANSOTTERA Angelo

59. SCALIA Antonio

60. SCALIA Stefano

61. SINGH Raul

62. STRANGIO Domenico

63. STRANGIO Giuseppe, alias "Cardara",

64. STRANGIO Giuseppe, alias "Peppi i Ciechi"

65. STRANGIO Sebastiano alias "Zucchero — "Sebastianu cu zucchero'

66. TEKIN Kemal

67. URSINI Santa

68. VIOLI GIORGIO

69. VITALE Gianluca Antonio

70. VOTTARI Antonella

71. VOTTARI

72. VOTTARI Teresa

73. ZAPPIA Antonio alias "Piola" 

Quanto agli altri Stati, il BKA tedesco procederà all'arresto di 10 soggetti, di cui 6 sono colpiti anche dal titolo custodiale italiano (BILGICI Serkan, nato a Bonn (D) il 17.01.1980, BOZKURT Halil, nato a Mersin (TR) il 15.12.1980, GIORGI Giovanni, nato a San Luca (RC) il 07.12.1963, MAMMOLITI José Manuel, nato a Cinquefrondi (RC) il 03.05.1989, MARANDO Giuseppe, nato a Locri (RC) il 29.11.1985 e KEMAL Tekin, nato a Colonia (D) il 12.10.1984).

Le Autorità tedesche hanno emesso provvedimenti cautelari in carcere anche nei confronti dei calabresi GIORGI Bruno, nato a Duisburg (D) il 06.03.1978 e GIORGI Francesco, nato a Locri (RC) il 13.12.1985, entrambi indagati per traffico di droga. GIORGI Francesco, presente attualmente in Italia, verrà arrestato sulla base di un M.A.E. emesso dall'A.G. tedesca,

Le Forze di Polizia Olandesi aderenti al JIT procederanno all'arresto di 7 persone, fra cui GIORGI Giovanni cl. 1966, che dovrebbe trovarsi a Tegelen, al confine tra Olanda e Germania, colpito dal M.A.E. emesso dall'A.G. italiana.

La Polizia Belga coopera nell'esecuzione di 3 M.A.E. emessi dall'A.G. italiana nei confronti di COSTADURA Antonio Calogero, SCALIA Stefano e STRANGIO Domenico cl. 1989 e procederà all'arresto di ulteriori 9 soggetti indagati nell'ambito di autonome indagini delle Autorità Belghe.

Categoria : Cronaca