Politica

Elezioni comunali, Gasparri: "Centrodestra unito con Minicuci, tecnico competente"

Il senatore: "Non accettabile il declino della città"

di Lucia Laface - 01 settembre 2020 18:40

"Una Forza Italia unita, che si distingue per la lealtà e la capacità di aggregare, oggi insieme a Maurizio Gasparri per sostenere Nino Minicuci che affronta una competizione elettorale competitiva, ma che con la sua esperienza riuscirà a ripristinare la città che ha bisogno di persone come lui". Cosi, in apertura di una conferenza stampa, tenutasi presso la sede del coordinamento provinciale di Forza Italia,il coordinatore provinciale azzurro, Francesco Cannizzaro insieme ai vertici locali del partito, il capogruppo di Forza Italia in consiglio Regionale Giovanni Arruzzolo, i consiglieri regionali Domenico Giannetta, Raffaele Sainato e il Senatore On. Maurizio Gasparri a sostegno della candidatura a sindaco per la coalizione di centrodestra di Nino Minicuci.

"Una delle obiezioni e perplessita' espresse sulla candidatura a sindaco di Minicuci e' che sia nato a qualche chilometro da Reggio Calabria. Discussioni che sono un po' strumentali. La citta' in questi anni e' stata gestita da uno che non aveva bisogno di presentazioni, un delfino, con una storia alle spalle. L'esito e' sotto gli occhi di tutti" ha affermato il senatore Maurizio Gasparri, responsabile nazionale Enti locali di Forza Italia.

"Meglio provare quindi un tecnico che ama questa terra e che viene con delle competenze - ha aggiunto Gasparri  - piuttosto di uno che dice di stare qui, che viene da una storia e fa finire Reggio Calabria al 102esimo posto nella classifica delle citta' d'Italia. Conta questo fattore o l'albero genealogico? Il centrodestra unito, con Minicuci, farà risalire la classifica alla città di Reggio e troverà anche, nella politica nazionale, in Parlamento, amici di Reggio, calabresi e non calabresi,  che daranno una mano a questa città per risalire la china". 

"Noi ritenevamo allora ed ancora oggi - ha proseguito Gasparri - che Reggio e tutta l'area dello Stretto abbia un'importanza strategica nella vita italiana, per il turismo, la cultura, l'economia e per le prospettive future. Per questo non si puo' accettare il declino di questa citta' o una damnatio memoriae. Verra' un tempo per fare il bilancio storico, tuttavia rivendico come centrodestra il merito di aver fatto di Reggio Calabria un'area metropolitana, una citta' metropolitana. Si discusse anche in Parlamento e molti trovavano non fondata la questione".

E a proposito del referendum Gasparri risponde alla stampa: "vogliono ridurre i parlamentari. Hanno rubato la democrazia. Tagliare la democrazia è molto più grave che tagliare i parlamentari. Li possono ridurre anche ad un decimo di quanti sono, ma noi abbiamo avuto in questi due anni, dopo le elezioni politiche, otto Regioni che sono passate dalla sinistra al centrodestra. Otto, compresa la Calabria. Ora si voterà in altre sette Regioni. E' probabile che se ne aggiungano altre, scegliendo di essere governate dal centrodestra, e vorrà dire che tre quarti dell'Italia ha scelto il centrodestra. E non si fanno le elezioni perché sennò vincerebbe il centrodestra. Quelli che fanno i moralisti sul taglio dei parlamentari, per essere coerenti, facciano votare gli italiani". 

Galleria fotografica