Cultura

Face Festival al Parco Ecolandia: primo evento al Sud dedicato all’arte contemporanea

di Dario Romano - 04 luglio 2019 15:15

Ieri pomeriggio 3 Luglio presso Malavenda Cafè è stato presentato il programma della nona edizione del Face Festival, che dal 18 al 28 luglio tornerà protagonista al Parco Ecolandia con varie performance, installazioni interattive ed artisti locali, nazionali ed internazionali.

Concept dell’evento è il SUDconscio, che vuole essere non soltanto un gioco di parole, ma una sfida ed anche un invito a lasciare libero spazio all’immaginario del pubblico, concedendo a questi ultimi la possibilità di dare il proprio contributo durante il Festival, lasciando la propria concezione o idea di “SUDconscio”. Ad illustrare il programma troviamo presenti i direttori artistici, nonché fondatori del marchio Face, Paolo Giosuè Genoese e Paolo Albanese, insieme alla responsabile Ufficio Stampa Mariarita Sciarrone.

Il marchio Face fin dalle origini (2007) utilizza l’arte come pretesto, pretesto per creare un connubio tra arte ed ecologia, e sicuramente un parco come quello di Ecolandia non poteva non essere il luogo per eccellenza dove far nascere questo progetto, specialmente in un momento storico molto particolare per l’ecosostenibilità del pianeta come quello odierno. Tra le particolarità degli eventi portati avanti da Face, abbiamo Davide Scialò che, con il supporto scientifico di Permacultura e del suo fondatore/presidente Pietro Zucchetti, promuove il suo progetto “A Sarbaggia” di Forest bomb, con il quale vuole riportare vita nei luoghi dove essa è stata tolta. Novità della nona edizione di quest’anno è il contest realizzato con L’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, denominato #greenaction. L’iniziativa prevede la progettazione e realizzazione di tre installazioni d’arte contemporanea, invitando i partecipanti a produrre delle opere sensibilizzanti verso le problematiche relative al riciclo dei rifiuti urbani e alla salvaguardia ambientale.

Installazioni come “La Casa Ricamata”, dell’artista Maria Chiara Calvani, sarà presente prima in giro per la città e successivamente farà tappa al Parco Ecolandia. L’opera dell’artista capitolina è costituita da vere e proprie trame ricamate in stoffa, rappresentanti relazioni, legami, intrecci, detti, proverbi, motti provenienti da persone differenti e con background e nazionalità diverse. Il messaggio che si vuole lanciare e lasciare a chi entrerà all’interno dell’opera, è l’abbattimento di barriere, che siano sociali, linguistiche o culturali, per far comprendere al meglio che “sotto la stessa tenda non siamo poi così tanto diversi”.


Categoria : Cultura Tag : #ecolandia #facefestival
Galleria fotografica