Attualità

Nava (CRPO): "Istituti credito con protocollo ABI a sostegno delle donne vittime di violenza"

La presidente della CRPO Nava fa un plauso agli istituire di credito che, sull’esempio di UniCredit, hanno aderito al protocollo ABI a supporto delle donne

di redazione - 11 giugno 2020 14:45

“Esprimo apprezzamento per l’adesione di UniCredit al protocollo disposto dall’ABI che prevede la possibilità per le donne vittime di violenza di sospendere il pagamento delle rate dei mutui, dei prestiti e dei finanziamenti per il periodo di durata del ‘percorso di protezione’, e comunque non oltre i 18 mesi dalla presentazione della richiesta. Un segnale concreto di sensibilità ed attenzione che mi auguro possa essere d’esempio anche per altri istituti di credito ai quali rivolgo l’invito di aderire all’importante iniziativa”.

È quanto dichiara la presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità Cinzia Nava.

“È fondamentale anche, secondo Nava, divulgare questa opportunità per far sì che vi accedano tutte le donne durante il ‘percorso di protezione’, ricordando che la domanda di sospensione potrà̀ essere presentata entro il 25 novembre 2021 e che dovrà̀ essere accompagnata da certificazione (rilasciata dai servizi sociali del comune di residenza o dai centri antiviolenza o dalle case rifugio) attestante l’inizio di tale percorso. Per maggiori informazioni, nonché́ per richiedere la sospensione delle rate è possibile rivolgersi alle filiali UniCredit in Italia. Ritengo opportuno infine cogliere il messaggio dell’ABI - conclude Cinzia Nava - che ‘nell’auspicare l’ampia adesione delle banche e degli intermediari, sottolinea l’importanza che ciascuna richiesta di sospensione sia valutata con la massima attenzione e sensibilità, in coerenza con lo spirito dell’iniziativa’”.