Attualità

Reggio Dona, presentato il cortometraggio di testimonianza e sensibilizzazione alla donazione del sangue - VIDEO -

di Lucia Laface - 27 settembre 2019 15:28

“Il progetto Reggio Dona, che quest’anno è alla sua III edizione, parte nel 2017 su spinta della Commissione Pari Opportunità in sinergia con l'assessorato e il consigliere delegato alla salute del comune di Reggio Calabria e in collaborazione con le due realtà reggine, Avis e Adspem, che sul nostro territorio si impegnano quotidianamente e con grande fatica per sensibilizzare la cittadinanza alla donazione del sangue e per offrire questo servizio nella nostra città e in tutta la provincia”. Esordisce così Michela Calabró Presidente della Commissione Pari Opportunità del comune di Reggio Calabria in occasione della conferenza stampa di presentazione del cortometraggio, realizzato dall’agenzia di comunicazione “Laboratori Creativi”, che racconta la storia di quattro persone che sono vive proprio grazie al gesto altruistico della donazione del sangue.

“Quest'anno abbiamo voluto realizzare questo cortometraggio perché vogliamo sensibilizzare e lanciare un messaggio profondo alla cittadinanza facendo vedere chi, grazie alla donazione del sangue, si è salvato e cosa significa arrivare in ospedale e sentirsi dire sì, oggi qualcuno ha donato il sangue. Noi ci auguriamo che il video possa diventare virale attraverso i social proprio per sensibilizzare tutti e far capire quanto è importante la donazione del sangue”.

Il video raccoglie le testimonianze di Sara Cacciotella, Ivan attraverso la voce della mamma Elena Calabrò, Lucia Laface e Natti Costantino che hanno voluto raccontare le loro storie per contribuire, in prima persona, a sensibilizzare e promuovere il tema della donazione del sangue.

La conferenza stampa si è svolta presso palazzo San Giorgio, Salone dei Lampadari, alla presenza dell’Assessore Lucia Nucera, del Consigliere delegato alla salute dr. Misefari, dalle componenti della Commissione Pari opportunità e i rappresentanti delle associazioni coinvolti a vario titolo nell’iniziativa.

“La domanda di sangue è notevolmente aumentata e per questo ritengo fondamentale l’aspetto dell’informazione, al pari di quella che riguarda il clima. Far capire che donare per gli altri vuol dire anche donare per sè, vuol dire che chi dona, se domani avrà bisogno, avrà certamente la possibilità di avere una sacca di sangue” ha dichiarato Valerio Misefari.

“Essere Donatori di Sangue è una realtà che dovrebbe essere più coinvolgente nella nostra città e in tutto il territorio metropolitano. Il cortometraggio presentato oggi non può che essere una nuova forma comunicativa, una promozione sociale che in maniera capillare possa arrivare a tutti giovani e anche ai meno giovani. La necessità di usufruire di una sacca di sangue non è relativa o relativamente alla patologia o all'età, potremmo essere tutti nella necessità di poterlo fare e garantire è un nostro dovere”. Così Vanna Micalizzi - consigliere Avis Provinciale- nel suo intervento.

Sulla stessa linea la vicepresidente Adspem, Pinuccia Strangio:“È il terzo anno che la commissione pari opportunità del comune di Reggio Calabria insieme ad Adspem ed Avis promuove il progetto Reggio Dona e siamo veramente lieti della realizzazione di questo cortometraggio che rappresenta al meglio cosa significa donare il sangue, ci sono testimonianze che toccano il cuore, si parla di tragedie ma con una leggerezza particolare fanno capire l'importanza di questo gesto”. La dottoressa Strangio nel suo intervento ha voluto fortemente ringraziare Francesca Triolo della Commissione pari Opportunità per la dedizione e la pazienza dedicata dalla realizzazione alla presentazione odierna del video.

E non è mancato il contributo di chi ha ascoltato le storie e ha tecnicamente realizzato il video, Arianna Nigro di Laboratori Creativi: “Sono donatrice da tempo ma per me è stato ugualmente un impatto forte realizzare il cortometraggio”.

Nei saluti finali, visibilmente commossa l’assessore Lucia Nucera, promette la promozione della donazione partendo dai bambini e divulgando il video nelle scuole. 

CORTOMETRAGGIO

Categoria : Attualità