Politica

Reggio, Falcomatà: "Con questo bilancio al via secondo tempo"

Il sindaco di Reggio Calabria' intervenuto in consiglio comunale: "Lasciamo alle spalle un passato burrascoso"

di Redazione - 20 novembre 2020 16:05

 "Questo bilancio ci consente di fare un ulteriore passo avanti in quel percorso di stabilizzazione del lavoro nella citta'". Cosi' il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomata' intervenuto in aula nel corso dei lavori relativi all'approvazione del bilancio consuntivo 2020 e del ripiano del disavanzo di amministrazione al 2019.

"Oltre a mettere in sicurezza l'Ente e a lasciare alle spalle della nostra citta' un passato che definire burrascoso e' eufemisticoci consente di cancellare - ha aggiunto il primo cittadino - un altro pezzo di precariato lavorativo. Mi riferisco alla stabilizzazione di 110 lavoratori lsu, che si aggiungono ai 108 stabilizzati nel dicembre del 2018 e per i quali in questo bilancio e' previsto l'aumento delle ore lavorative e 39 lavoratori ex Sial. Si tratta di un traguardo al quale abbiamo lavorato sin dal nostro primo mandato".

 "Un bilancio che e' stato possibile approvare grazie alle somme inserite nel decreto dell'8 agosto 2020, poi trasformati in legge. Abbiamo inserito le risorse necessarie per cancellare il debito ingiusto e sanare il disavanzo".

"Per il 2021 chiederemo alla Corte dei Conti - ha aggiunto - di uscire dal Piano di riequilibrio che ci ha costretto a tasse e tributi locali al massimo a fronte di servizi essenziali non commisurati a quanto i cittadini hanno pagato, a causa di cattive e allegre gestioni amministrative del passato".

"Da oggi possiamo iniziare a costruire una citta' nella quale nessuno rimanga indietro e con delle opportunita'. Con questo bilancio - ha concluso Falcomata' - si apre il secondo tempo".