Politica 0 Commenti 0 Condivisioni

Reggio, presentata pdl sulla videosorveglianza negli asili nido e nelle strutture socio-assistenziali -VIDEO-

15 novembre 2018 14:19

di Lucia Laface. Nella sede del Coordinamento provinciale di Forza Italia è stata presentata la proposta di legge per l’utilizzo di sistemi di video sorveglianza a circuito chiuso in luoghi sensibili quali asili nido, strutture di cure per anziani e disabili, volta a tutelare i più deboli senza invadere la privacy delle persone che prestano il proprio lavoro presso tali strutture.

Alla conferenza stampa hanno preso parte i deputati parlamentari Francesco Cannizzaro, AnnaGrazia Calabria-promotrice della proposta di legge- e Maria Tripodi.

Come è stato ampiamente illustrato dall’on. Cannizzaro, la presentazione di oggi della proposta di legge è un’iniziativa importante che va a colmare un vuoto legislativo e che riesce a conciliare l’esigenza fondamentale della tutela di alcune categorie deboli quali bambini, anziani e disabili, in modo da poter prevenire episodi di violenza inaudita e punire i colpevoli di gravi episodi.

“Con questa proposta, Forza Italia ha dimostrato un grande senso di responsabilità superando il primo step con l’approvazione alla camera, con una larga maggioranza, nella seduta del 23 ottobre” ha dichiarato Francesco Cannizzaro. “La prossima settimana la proposta approderà in senato, non credo ci siano problemi affinché possa divenire una legge dello stato, dando così una risposta alle tante istanze ricevute dalle famiglie. Le registrazioni video non comporteranno in alcun modo problemi di violazione della privacy o dello statuto dei lavoratori - continua l’on.Cannizzaro- in quanto messe a disposizione solo alle forze dell’ordine, allorquando ci sia una denuncia per maltrattamenti, fornendo così ai soggetti più deboli uno strumento di tutela che consenta di velocizzare le indagini”.

L’on. Maria Tripodi nel salutare tutti gli amministratori, consiglieri metropolitani, consiglieri comunali e i sindaci, rivolge un ringraziamento speciale ad AnnaGrazia Calabria in qualità di promotrice e Prima firmataria di questa proposta di legge.

“Finalmente la politica si è resa conto dell’importanza della proposta di legge sulla videosorveglianza di cui sono firmataria e promotrice. Si tratta di una battaglia di civiltà e di una assunzione di responsabilità, una battaglia che parte da lontano, che mi ha vista protagonista anche con i giovani FI che hanno raccolto migliaia di firme per portare avanti questa nostra idea” afferma l’on. Annagrazia Calabria.

“La proposta di legge impone l’obbligo della videosorveglianza negli asili nido, nelle scuole dell’infanzia e nelle strutture socio-assistenziali per anziani e disabili, rendendoli finalmente posti sicuri per le fasce deboli la cui protezione è un obbligo morale della società – spiega la deputata - In Italia c’è purtroppo un vuoto normativo grave sul fronte della prevenzione: lo scopo della nostra proposta è proprio quello di vigilare sulla sicurezza dei bambini e delle persone fragili prima che a scoprire eventuali abusi o maltrattamenti siano le famiglie, senza andare ad intaccare la privacy di chi ci lavora. Sappiamo che c’è la necessità di bilanciare valori fondamentali come la libertà di scelta dei metodi educativi e la riservatezza degli operatori con l’urgenza di proteggere l’interesse del soggetto più debole, ma serve l’intervento della politica affinché siano perpetrati gli interessi di chi non può difendersi da solo“.

“Purtroppo la cronaca continua a raccontare di abusi e maltrattamenti. È una battaglia che porterò avanti fermamente insieme al mio partito. Non possiamo restare a guardare senza agire”, ha conluso Annagrazia Calabria.

INTERVISTA ON.FRANCESCO CANNIZZARO -VIDEO-