Cronaca 0 Commenti 4 Condivisioni

Reggio, settimana dell’Amministrazione Aperta: Europe Direct con Liceo “A.Volta”

14 marzo 2019 18:08

Si è svolto nell'aula "Socrates" del Liceo Scientifico "A. Volta" l'incontro "Open data e cittadinanza attiva" promosso nell'ambito del progetto “A scuola di OpenCoesione” che vede protagonisti gli studenti del team “Chiave di Volta” della classe 3° C. Gli stessi studenti hanno presentato le prime rilevazioni dell'attività di monitoraggio civico che loro stessi stanno conducendo sul progetto relativo alla creazione della Cittadella della cultura al Monastero della Visitazione. L'appuntamento si inserisce nel quadro delle tante iniziative in corso di svolgimento in tutta Italia per la Settimana dell’Amministrazione Aperta con l'obiettivo di promuovere e diffondere la cultura e la pratica della trasparenza, della partecipazione e dell’accountability. 

Presenti all’incontro il Dirigente Scolastico Angela Maria Palazzolo, Irene Calabrò, Assessore al Patrimonio Culturale di Reggio Calabria, Giuseppe Marino, Assessore alle Risorse UE del Comune di Reggio Calabria, Marialucia Malara, Responsabile Europe Direct del Comune di Reggio Calabria, Marisa Cagliostro, Professore Associato dell’Università Mediterranea e Daniela Neri, Responsabile Servizio Tutela e Valorizzazione Beni Culturali del Comune di Reggio Calabria.

Lo spessore del percorso di impegno civico portato avanti dai ragazzi è stato sottolineato dalla professoressa Palazzolo che ha rimarcato quanto siano "importanti, nell'ambito dell'offerta didattico-formativa promossa dal nostro istituto, i temi della cittadinanza attiva, della cura e attenzione verso il patrimonio culturale con un occhio sempre rivolto alla valorizzazione in chiave economica e attrattiva. Parlare di cultura significa parlare di bellezza, di educazione e di rispetto verso ciò che ci circonda. In questa direzione, la Settimana dell'amministrazione aperta è per noi una grande opportunità e ringrazio l'Assessorato Politiche comunitarie e lo Europe Direct per averci affiancato in questo progetto di didattica innovativa. Si tratta di un momento altamente formativo per i ragazzi che consente loro di potenziare le capacità di lettura e analisi dei dati, l'utilizzo dei riferimenti storici e artistici e la conoscenza stessa dei fattori identitari. Crediamo fortemente nel monitoraggio civico quale strumento propositivo di supporto dei processi di sviluppo del territorio".

"Abbiamo vissuto un'altra proficua e intensa giornata - ha affermato l’assessore Marino - all'interno del bellissimo liceo "Alessandro Volta" insieme agli studenti della nostra città per vivere l'importante appuntamento della Settimana dell'amministrazione aperta. Una preziosa e utile occasione per sperimentare cosa significa essere cittadini attivi, partecipando direttamente alla vita della pubblica amministrazione, toccando con mano le dinamiche e i particolari che caratterizzano lo svolgimento di un progetto come in questo caso specifico, ovvero la riqualificazione e rilancio del Monastero della Visitazione. Un sito strategico per il turismo e l'attrattività cittadina in cui l'amministrazione sta realizzando un polo museale, culturale ed espositivo attraverso i fondi europei. Con gli studenti abbiamo avviato un percorso di studio e analisi anche attraverso visite guidate in cantiere. Abbiamo dato loro i dettagli e le carte del progetto per fargli comprendere quanto sia complesso realizzare un'opera. Si stanno così rendendo protagonisti, in modo attivo e propositivo, di una pagina importante di pubblica amministrazione di cui oggi abbiamo tracciato un primo bilancio. Ciò che più ci rende orgogliosi è che i ragazzi hanno già acquisito la centralità dei concetti di partecipazione, cittadinanza attiva e monitoraggio civico quali elementi indispensabili non solo per garantire trasparenza ed efficienza amministrativa ma anche per diventare cittadini migliori".

I giovani sono la linfa vitale della nostra città, ha detto l’assessore Calabrò, "e credo che sia molto importante renderli partecipi e farli entrare nel vivo di un finanziamento di un'opera pubblica. Il rilancio del Monastero della Visitazione è un progetto che risale agli anni '90 e che oggi si sta sviluppando sulla base di due fonti di finanziamento diverse e ciò dunque rende quest'opera particolarmente complessa sotto il profilo amministrativo. Poi c'è la fase strategica che sta vedendo all'opera il comitato tecnico-scientifico del settore Cultura, l'università Mediterranea, la Soprintendenza di Vibo Valentia-Reggio Calabria, la Soprintendenza archivistica e il Museo Archeologico di Reggio Calabria. L'idea è quella di concentrare all'interno di questo sito tutto ciò che ci rappresenta, a cominciare da ciò che è già dislocato in altri punti della città come la Pinacoteca civica, parte della biblioteca comunale De Nava e dell'archivio di Stato. Tutti reperti e testimonianze che troveranno spazio e dignità culturale nel piano terra dell'edificio. Il secondo piano invece sarà dedicato alla storia della città e grazie anche agli stimoli e alle proposte dei ragazzi verrà realizzato un percorso di divulgazione storica che riguarderà vicende importanti, personaggi di rilievo, tipicità del territorio attraverso un racconto non meramente didattico ma anche interattivo grazie all'utilizzo di tecniche visive innovative. E' un progetto ambizioso ma siamo fiduciosi che possa realizzarsi".

Categoria : Cronaca