Cronaca 0 Commenti 2 Condivisioni

Sistemazione migranti, il prefetto incontra i sindaci della piana: equa distribuzione in otto comuni -VIDEO-

13 marzo 2019 12:59

Si è tenuta stamane in prefettura una riunione con i sindaci della Piana per fare il punto sulla situazione dopo lo sgombero della Baraccopoli di San Ferdinando.

Erano presenti oltre ai Rappresentanti ddel Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco, i Sindaci di Candidoni, Cittanova, Polistena, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando e Taurianova. Inoltre erano presenti l'assessore ai Servizi sociali del Comune di Palmi, il Vice Sindaco del comune di Melicucco, il Consigliere delegato per la Città Metropolitana e le Commissioni Straordinarie di Gioia Tauro e Laureana di Borrello.

Nell’ultima conferenza stampa di consuntivo dello smantellamento della baraccopoli di San Ferdinando, si ribadiva l’obiettivo di superare la logica della tendopoli con 30 moduli abitativi messi a disposizione dal Ministero dell’interno che potrebbero ospitare fino a 259 migranti, oltre quelli che si dovrebbero aggiungere della Regione. 

“Un incontro importante oggi con i sindaci della piana di Gioia Tauro dove abbiamo stabilito almeno la designazione dei moduli abitativi” ha dichiarato il prefetto Di Bari a margine della riunione.

“C’ è un'equa distribuzione almeno in otto comuni , al momento abbiamo avuto la disponibilità per 26 moduli abitativi, salvo ovviamente accertamenti tecnici,  ne restano da collocare altri 4. Adesso inizierà la fase attuativa molto complessa e io credo che questo sia già un buon inizio” ha spiegato il prefetto.

“Venerdì facciamo un'altra riunione con la regione in cui c'è anche una disponibilità in tal senso, vanno ovviamente individuati i percorsi e i trasporti da garantire. 

È un work in progress, come si suol dire, perché abbiamo la piena consapevolezza che l'accoglienza diffusa non può che passare attraverso questa equa distribuzione dei migranti nella piana come progressivo alleggerimento sia dell’attendamento che della nuova tendopoli.

Per ragioni logistiche abbiamo individuato soltanto alcuni comuni della Piana, ma c’è anche qualche proposta che è scaturita stamattina dai sindaci di verificare un ulteriore la possibilità di far alloggiare nei beni confiscati I migranti” ha concluso Di Bari.

Quasi tutti i sindaci della piana hanno aderito al progetto di sistemazione dei migranti nei moduli abitativi, muso duro solo per il sindaco di Polistena Michele Tripodi:

“Occorre creare condizioni dignitose di accoglienza non replicare baraccopoli. Siamo disponibili ad accogliere i migranti ma non nei moduli abitativi. La mia proposta e' quella di creare delle condizioni in strutture qualificate che sono presenti nel mio comune, oppure in case in case normali" ha dichiarato. 

"Non si puo' pensare di fare propaganda sulla pelle di persone che ovviamente sono in difficolta' - ha spiegato Tripodi - non si puo' nemmeno pensare di sgomberare una baraccopoli per crearne altre 20 o 30 quanti saranno nella piana. Quindi la nostra proposta - ha concluso il primo cittadino - sara' quella dell'accoglienza, ma fatta per migliorare la situazione che c'era prima, non peggiorarla".

Categoria : Cronaca