Cronaca 0 Commenti 0 Condivisioni

Sorpresi a tagliare legna e a cacciare nel Parco Aspromonte, due denunce

13 marzo 2019 21:07

Nei giorni scorsi, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale Aspromonte di Reggio Calabria e finalizzato alla repressione dei reati ambientali, i Carabinieri del Parco Nazionale Aspromonte hanno deferito all’Autorità giudiziaria due persone.

In particolare, i Carabinieri della Stazione Parco di San Giorgio Morgeto hanno deferito P.F., 37enne operaio residente a Molochio, gravato da pregiudizi di polizia, sorpreso in località “Salice” di Molochio, a tagliare e deprezzare materiale legnoso, nella fattispecie faggio, all’interno del perimetro del Parco Nazionale d’Aspromonte. La legna e la motosega sono stati posti a sequestro.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione Parco di Oppido Mamertina hanno deferito T.P., 85enne pensionato del luogo gravato da numerosi pregiudizi di polizia, sorpreso in località Piani di Tavola di Oppido Mamertina, all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte, ad esercitare attività di uccellagione per la cattura delle specie di avifauna protetta con utilizzo di una rete a maglie di filo intrecciato abusivamente impiantata nel cuore di una lecceta, sorretta da 2 canne della lunghezza di 4 metri ciascuna.

Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Categoria : Cronaca
Galleria fotografica