Attualità

Vertenza AVR, Imbalzano: “perché l’amministrazione comunale non sta pubblicamente a fianco dei lavoratori?”

di Redazione - 08 ottobre 2019 13:05

“La massiccia partecipazione dei lavoratori AVR allo sciopero indetto nella giornata di ieri dalle sigle sindacali maggiormente rappresentative non sorprende anzi conferma la gravità del problema riguardante il mancato pagamento degli stipendi nei confronti degli oltre 400 lavoratori e del destino delle loro famiglie, che continuano a soffrire situazioni fino ad oggi mai risolte e addirittura aggravatesi nel tempo, sebbene le ripetitive e oramai raggiranti rassicurazioni del Gestore in ordine ai tempi e alle modalità di pagamento degli arretrati, mai rispettati ”.

E’ quanto afferma il Consigliere di “FORZA ITALIA” Pasquale IMBALZANO, che torna su un argomento che da tempo tocca direttamente tutti i reggini e soprattutto il destino lavorativo dei tanti dipendenti AVR e delle loro famiglie.

“Suscita un misto di incredulità e rabbia veder assistere alle vessazioni perpetrate dal Gestore nei confronti dei rispettivi dipendenti, nonostante il cospicuo accaparramento di risorse per la gestione dei servizi di igiene urbana nei principali Comuni della Provincia e in particolare a Reggio, ove per la raccolta dei rifiuti solidi urbani i reggini sono chiamati a coprire i costi mostruosi di una attività che costa -nell’anno 2019 - ben 43 milioni di euro, dunque con un lucroso aumento pari a tre milioni rispetto al 2018.

Quindi, è inaccettabile come la stessa società perseveri nella volontà di non versare tutto ciò che è dovuto ai lavoratori che con spirito di servizio continuano ad offrire alla città decoro e igiene, sebbene – non dimentichiamo- la medesima AVR non provveda alla corretta manutenzione dei mezzi, cosi come rappresentato dalla preoccupazione degli stessi lavoratori e delle sigle sindacali, i quali confermano a più voci come il parco mezzi allo stato in uso sia notevolmente ridotto nella misura del 60 % rispetto a quello originario”, continua Pasquale Imbalzano.

“E di fronte a tutto questo, nel dimostrare la nostra naturale e partecipata solidarietà per il dramma vissuto dai lavoratori e dalle loro famiglie che ricordiamo devono fronteggiare mutui, prestiti e spese di vario genere per il sostentamento proprio e dei familiari, si aggiunge il vergognoso silenzio assordante dell’Amministrazione Comunale che non solo non scende in piazza al fianco dei lavoratori, ma inoltre non eleva alcun moto di protesta nei confronti della Società di gestione che , con simili vessazioni, tenta di umiliare le legittime richieste di retribuzione avanzate dai lavoratori, come invece è stato fatto dall’Amministrazione comunale di Taurianova a guida PD, ieri scesa al fianco dei lavoratori ” aggiunge ancora Pasquale Imbalzano.

“Quale arcano motivo impedisce agli Amministratori del Comune di Reggio, sempre stati piuttosto adusi nel diffondere note stampa di solidarietà urbi et orbi , nel non esprimere solidarietà e vicinanza pubblica alle oltre 400 maestranze, schiacciate dal peso della loro disperazione?

Non vorremo che altri e più biechi interessi di bottega rappresentino nuove e inaspettate inibizioni al sostegno dell’azione di rivendica dei lavoratori AVR. Se ciò fosse vero, gli stessi lavoratori non potrebbero che desiderare che si torni il prima possibile alle urne”, conclude Pasquale Imbalzano .

Categoria : Attualità