Attualità 0 Commenti 4 Condivisioni

Villa San Giovanni, avviato iter per le varianti al piano comunale spiagge

08 febbraio 2019 18:23

Con voti unanimi la Giunta comunale villese guidata dal sindaco Giovanni Siclari ha approvato la delibera n° 12 per dare “atto di indirizzo al r.u.p. e al progettista per adeguamento contenuto della variante al piano comunale spiaggia (pcs)”. L’importante strumento fu, infatti, approvato nel 2012 includendo vaste aree strategiche per il territorio villese destinate a cantiere, ubicate nelle zone di Pezzo e Porticello e che per tale ragione non state oggetto di pianificazione, limitando fortemente le potenzialità di sviluppo nel settore turistico balneare. 

Come specificato nella delibera, in seguito alla realizzazione delle opere di protezione del litorale, eseguite dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, l’area di Porticello ha evidenziato un visibile mutamento dell’arenile, unitamente al restante territorio comunale interessato dagli altri cantieri quali la costruzione del molo di sottoflutto, la barriera soffolta e la darsena di Pezzo e che per tale ragione si rendeva necessario l’aggiornamento della linea di battigia in virtù della definizione del nuovo assetto. 

«Il secondo step fondamentale per il piano piano spiagge è stato raggiunto – ha dichiarato l’assessore Liz Ciccarello – il primo passo fu espletato nel 2016 con la consegna dei rilievi dello stato di fatto, da delegata nell’amministrazione Messina, perché a seguito dei ripascimenti la conformazione dei litorali era cambiata. Partendo dal mutamento del territorio siamo partiti con i focus coinvolgendo tutti i cittadini, le associazioni e tutti le parti interessate. Durante quegli incontri sono state raccolte tutte le problematiche, le richieste e i suggerimenti utili per modificare il piano spiagge. Modifiche necessarie, non perché lo strumento fosse stato redatto in modo superficiale ma, piuttosto, perché molte aree erano interessate da cantieri ancora aperti e non erano state oggetto di pianificazione. In particolare facciamo riferimento all’area del molo di sottoflutto, la zona di Porticello interessata dalle opere di protezione e della darsena di Pezza. Tutte queste aree danno la possibilità, oggi che sono ultimati i lavori e collaudate o in fase di ultimazione di collaudo di poter dare una risposta concreta a quelle che sono le problematiche emerse durante i focus. Con la delibera di indirizzo approvata in Giunta si è sancito l’avvio dell’iter burocratico vero e proprio delle varianti al piano spiaggia. Quando si parla di pianificazione, ovviamente, i tempi sono lunghi perché gli attori coinvolti sono tanti e diversi ma la nostra amministrazione, con questa delibera, finalmente si può avvalere delle opere che sono state ultimate per adottare una soluzione stagionale in vista della stagione estiva in attesa di vedere completato l’iter che riguarda le varianti. Sono molto soddisfatta – ha concluso l’assessore Ciccarello – perché abbiamo imboccato la giusta strada e sono certa che portando avanti questo modus operandi riusciremo a dare risposte concrete già dalla prossima estate dando la possibilità di sopperire alle richieste avanzate».

E’ necessario che il Piano Spiaggia rappresenti la sintesi condivisa tra le esigenze dell’intera collettività che, a giusto titolo chiede: che il Lungomare e l'arenile vengano utilizzati, condivisi e valorizzati, mediante la proposta di un nuovo assetto che preveda la possibilità di godere del panorama unico dello Stretto da pedane e/o chioschi di pregevole qualità dei materiali di costruzione, da ubicarsi a livello del Lungomare per le aree già in concessione. Altre aree da concedersi anche stagionalmente come estensione delle attività esistenti; che vengano concesse le aree del porticciolo, della darsena di Pezzo, nonché individuare nuove aree, ove possibile, da destinarsi a funzioni specifiche nell’interesse delle associazioni nonché degli opera- tori turistici e che sia tutelata e salvaguardata la tradizione del turismo familiare nelle aree di Cannitello e di Porticello e, infine, che siano individuate delle aree da destinare a libero stazionamento delle Imbarcazioni per i pescatori o associazioni di pesca.

«Rispondiamo con i fatti alle critiche del Pd – ha dichairato il sindaco Giovanni Siclari – Per noi questa è stata una priorità perchè – come riportato in delibera – è compito di un Amiministrazione avveduta dotarsi di questo strumento di pianificazione e inserirlo all'interno di un sistema di programmazione e di azioni mirate a superare le criticità. È un lavoro constante quello necessario per poter completare tutti gli iter del Piano Spiagge e poter utilizzare altere aree, fino ad oggi escluse, per agevolare i diportisti e le attività produttive. Sono molto felice di aver avviato anche questo percorso, con l’assessore Liz Ciccarello e tutta la maggioranza, in tempi strettissimi riuscendo a dare una risposta in tempi utili, ovvero prima della stagione estiva. Superando tanti scetticismi abbiamo portato a compimento anche quest’impegno che ha richiesto un impegno constante a dimostrazione che senza bisogno di fare troppi proclami e lavorando costantemente in silenzio, stiamo raggiungendo risultati storici che cambieranno il volto di Villa».

Categoria : Attualità